Colecistectomia laparoscopica

I calcoli alla colecisti necessitano spesso di un intervento di rimozione della colecisti. La colecistectomia è l’intervento in cui si asporta la colecisti. La colecisti è un organo posto sotto al fegato, nel quadrante superiore destro dell’addome. La funzione della colecisti è quella di raccogliere parte della bile prodotta dal fegato e partecipare al processo digestivo dei cibi grassi. In una percentuale di pazienti, all’interno della colecisti, si formano dei calcoli, dei piccoli “sassolini”, spesso associati a fango biliare. I calcoli possono avere dimensioni variabili, da pochi millimetri a qualche centimetro. I calcoli tendono a spostarsi e dare origine a una sintomatologia dolorosa che denota una colica biliare. I calcoli possono arrivare anche al coledoco, un condotto di collegamento fra colecisti e prima parte dell’intestino. In fondo al coledoco è presente anche una piccola valvola (la papilla di Vater) che spesso trattiene i calcoli e determina una ostruzione al deflusso della bile. In questo caso, oltre ai calcoli della colecisti, si realizza anche una calcolosi del coledoco.

La tecnica prevede:

  • anestesia generale
  • introduzione attraverso l’ombelico di uno strumento per la visione – laparoscopio
  • insufflazione di gas a bassa pressione (anidride carbonica) dentro l’addome per creare una camera di lavoro necessaria per l’inserimento e l’uso degli strumenti
  • introduzione sotto visione diretta di altri tre strumenti operatori (pinze, clip, dissettori, forbici)
  • identificazione del dotto cistico e dell’arteria cistica
  • applicazione di clips sul dotto ed arteria cistica
  • sezione del dotto cistico e dell’arteria cistica
  • manovre di distacco della colecisti dal fegato
  • asportazione della colecisti e dei calcoli in essa contenuti per mezzo di un sacchetto laparoscopico attraverso l’ombelico
  • posizionamento di un tubo di drenaggio sottoepatico, se necessario
  • rimozione degli strumenti
  • chiusura dei fori eseguiti sull’addome
  • risveglio del paziente

 

Leave a Comment